Francesca Biancini
Giovane scrittrice romana, appassionata di cinema, alterna le sue giornate seguendo i corsi del secondo anno della Facoltà di Lettere e Filosofia, indirizzo Arte, Scienza e Spettacolo, presso l’Università La Sapienza di Roma, alla scrittura. Collabora al blog Recenserie dedicato alle più recenti serie tv.
R95646
R95646
MP 0
Lisa Biggi
Dopo gli studi di filosofia, si rivolge alla scrittura che ama sperimentare in molteplici forme. È selezionata in concorsi di poesia, collabora con magazines e riviste letterarie, pubblica un libro di racconti tragicomici (I pompieri non escono per le donne in lacrime, 2014) e diversi libri per bambini in Italia e all’estero. Lisa scrive la notte, perché di giorno lavora in una scuola di Milano come responsabile della progettazione didattica.
Il venditore di sogni
Il venditore di sogni
MP 7
Antonio Brancaforte
Filosofo e docente di Storia della Filosofia Moderna e Contemporanea all’Università di Catania ha coltivato parallelamente agli studi filosofici anche la Poesia, come intima espressione del suo pensiero.
Per Marcella
Per Marcella
MP 0
Cattedrale di Noto
Cattedrale di Noto
MP 0
Andrea Brugnera
Ha iniziato l’esperienza teatrale frequentando a Venezia il Seminario (1975-77) per la preparazione dell’attore alla Commedia Dell’Arte, diretto da Giovanni Poli presso il Teatro a L’Avogaria. Dal 1978 a oggi ha partecipato ad attività artistiche all’Estero in: Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna, Svizzera, Svezia, Malta, Stati Uniti, Messico e Giappone. Dal 1985 ha intrapreso e prodotto autonomamente 12 Spettacoli tuttora in repertorio. A partire da 2008 ha fondato l’Associazione Culturale KAMINA, che si occupa della diffusione teatrale attraverso le relazioni interculturali, la ricerca dei Teatri di Tradizione, la Narrazione storica e più Progetti pedagogici articolati in Laboratori Permanenti.
La guera
La guera
MP 1
Aniello D’Iorio
Nasce nel 1950 ad Acerra (NA). Laureato in Scienze Politiche intraprende attività di ricerca storica su temi a carattere amministrativo-economico del Regno delle due Sicilie nel Settecento, allargando l’indagine al Territorio nei secoli XVI e XVII. Gli studi, condotti soprattutto su fonti archivistiche, hanno consentito la pubblicazione di alcuni lavori abbastanza ben accolti dal mondo accademico. Fra gli altri: La Stamperia Reale dei Borbone di Napoli. Origini e consolidamento; I primi scavi di Ercolano. Uomini e cose di una grande impresa; Il Convento dell’Annunziata di Acerra. Origini e rendite; Due dipinti di Curtio de Giorgio nel duomo di Acerra; Un vescovo di età moderna nei conti degli antichi banchi napoletani: Giovanni Battista Del Tufo; Archeologia e ambizioni borboniche; Risorse e impieghi sotto Carlo di Borbone: i beni medicei; Inizi di un insediamento albanese nei feudi borbonici; Giovanni Bernardino Azzolino pittore in Acerra; Vescovo di città in una diocesi di campagna. Giovanni Battista Del Tufo ad Acerra; Note sulla mensa vescovile di Acerra nel secolo XVII; Siti Reali e governo del territorio nel XVIII secolo. La Reggia di Portici: un caso-laboratorio; Francesco Sesone e l’Istoria di Nicolò Lettieri. Relatore a vari convegni a carattere internazionale, svolge attività di comunicazione culturale quale Direttore della Scuola di Alta Formazione di Casalnuovo di Napoli dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici; attualmente cultore della materia presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università “Federico II” di Napoli, è stato Professore a contratto presso la medesima Università negli anni accademici 2006/2007 e 2007/2008. Lavori in corso di stampa: Carditello da feudo a Sito Reale e Comunicazione, motivazioni e percorsi della prima archeologia borbonica. Lavori in preparazione: Munizioni da bocca: golosità da Napoli a Dresda; Il principato di Capestrano e la baronia di Carapelle dai Medici ai Borbone; Una realizzazione carolina: la fabbrica di specchi e cristalli di Castellammare; Vicende di un insediamento albanese in Abruzzo: Abbadessa e Piano di Coccia; Chiesa e governo episcopale nella diocesi di Acerra nel secolo XVII.
In fuga cercando
In fuga cercando
MP 5
Arrabbiata
Arrabbiata
MP 1
Aldo Lo Presti
Autore “amatoriale” di storia locale, vive e lavora tra Roma ed Orvieto. Ha fondato e diretto sino al 2011 Altastrana. Rivista di Studi orvietani. Socio fondatore del “Centro Studi Pientini”, attualmente coordina Canonica. Rivista di Ricerca e Documentazione pientina che del centro è diretta emanazione.
Beniamini
Beniamini
MP 0
Bruno Magnolfi
È nato nel 1955 a Follonica, luogo di mare della costa Toscana. Vive a Firenze dove svolge attualmente attività di educatore scolastico. Fin da ragazzo ha coltivato a fasi alterne la passione per la scrittura, che ha cercato di migliorare frequentando la facoltà di Lettere e Filosofia. Vincitore di un importante Premio Letterario, qualche tempo fa ha pubblicato un romanzo, e poi molti racconti in diverse antologie e su qualche rivista, e anche tre novelle in formato e-book. Sul suo blog: “Parole, o semplici frasi”, ci sono attualmente più di ottocento racconti brevi a suo nome.
La favola dei libri
La favola dei libri
MP 1
Piero Marcelli
Nato in una famiglia di attori, inizia professionalmente in teatro l’attività artistica all’età di cinque anni, attività che prosegue in maniera estremamente poliedrica, prendendo parte anche a numerose produzioni radiofoniche, televisive e cinematografiche. Ha lavorato anche come speaker e doppiatore. È diplomato presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma. È stato presidente e direttore artistico della Compagnia Teatrale Anna Bolens di Torino, fondata da sua nonna, Anna Bolens, nel 1946, con la quale realizza, anche in qualità di regista, testi di Pirandello, Shepard, Testori, Valeri, Vian, De Obaldia, Ionesco, Wilde. Sempre per la Compagnia è anche insegnante di dizione, recitazione e movimento mimico. Attualmente è animatore e voce del pupazzo Lallo per Rai YoYo. La luna dentro è il suo primo racconto.
La luna dentro
La luna dentro
MP 6
Luna adentro
Luna adentro
MP 6
Mara Monachino
Nata a Orvieto il 9-2-1982, dopo il diploma di Liceo Classico si laurea con lode in Scienze della Comunicazione Istituzionale e d’Impresa presso l’Università di Roma La Sapienza, con una tesi sulla comunicazione sociale. Ha svolto il Servizio Civile Volontario presso l’Ufficio Stampa e Comunicazione Nazionale dell’U.I.S.P. (Unione Italiana Sport Per tutti). Giornalista pubblicista iscritta all’Albo regionale dell’Umbria dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, ha collaborato negli anni con “Mediazone” – magazine on line di comunicazione e media, con la rivista locale “La Città”, con l’emittente televisiva regionale T.E.F. come ideatrice e conduttrice di un programma tv e con il quotidiano “Il Giornale dell’Umbria”. Ha tenuto da docente due corsi sulla comunicazione sociale nel Terzo Settore e continua a collaborare con il Comitato regionale Umbro dell’U.I.S.P. in qualità di Responsabile della Comunicazione. Ha prestato la propria consulenza per l’ideazione, l’elaborazione e il coordinamento editoriale del progetto relativo al volume celebrativo dei 100 anni dell’USO – oggi Orvietana Calcio Srl – intitolato “1910-2010 Cent’anni di Orvietana. Una passione lunga un secolo”. Ha curato l’organizzazione di eventi, mostre, manifestazioni e campagne di comunicazione. Attualmente è dipendente presso il Comune di Orvieto, è sposata e mamma di Riccardo.
Il 13 marzo
Il 13 marzo
MP 0
Maurizio Oberholtzer
Docente di Lingua e Letteratura Inglese con esperienza quasi trentennale nella scuola d’istruzione secondaria di I e di II grado. Da lungo tempo titolare di contratti di docenza presso alcuni Atenei campani (L’Orientale, Federico II, Università degli Studi di Salerno) si è occupato di formazione del personale docente, di ricerca didattica e metodologica, di lettura e scrittura creativa. Relatore in convegni nazionali ed internazionali di Linguistica e Metodologia. Ha pubblicato numerosi testi di didattica per la scuola e l’università.
I pantaloni lunghi
I pantaloni lunghi
MP 3
Irene Paolini
Classe 1997, vive ad Orvieto dove frequenta il Liceo Classico “F.A. Gualterio”. Vincitrice del concorso letterario “Amici senza confini” 2011 con il racconto Il sorriso, finalista al premio “Raffaello Cioni” 2012 con la poesia Alienazione, ha pubblicato (2012) una breve storia nell’antologia In Carrozza (Montegrappa Edizioni) esito del concorso “Les Cahiers du Troskij Café”. Terza classificata al premio di poesia “Gens Vibia” 2012 con Malinconia. Nel 2013, essendo stata selezionata, pubblica un racconto nell’antologia “Crescere con le storie (Il filo di Eloisa)”, Iacobelli Editore, intitolato “Il cuore delle cose”. Nello stesso anno guadagna inoltre il terzo posto del Premio Scafati nella sezione racconti con “C’era una volta un uomo”; arrivando anche tra i dieci finalisti nella sezione poesia dello stesso premio con “Estranea”. Quest’ultimo elaborato è stato pubblicato (2013) nel IV volume della collana “500 poeti dispersi”, edito da “La Lettera Scarlatta Edizioni”, insieme ad altre due poesie; “Guerra” e “Il ragno della speranza”.
C’era una volta un uomo
C’era una volta un uomo
MP 3
Alessio Pollutri
Nato a Termoli nel 1986 ha studiato circo/teatro alla Flic di Torino e alla Balthazar di Montpellier. Nel 2010 ha creato la compagnia Madame Rebiné con cui ha realizzato lo spettacolo Il paziente (2012) e Cabaré di Madame Rebiné (2013). Negli stessi anni si è interessato all’unione di teatro e letteratura e ha pubblicato con Libertà Edizioni i libri Nel buio delle tubatureL’ostrica e la perla e Diario di un super eroe. Per febbraio 2014 è prevista l’uscita del romanzo Giumone tramite Edizioni Il Ciliegio.
La donna a metà
La donna a metà
MP 4
Amelio
Amelio
MP 1
Davide Pompei
Classe 1984, ha iniziato a scrivere a 6 anni e non ha più smesso. Alla laurea in “Media e Giornalismo” all’Università degli Studi di Firenze ha fatto seguire la specializzazione in “Comunicazione Multimediale” a Perugia e un corso di scrittura in Rai, a Roma. Ammesso al master in linguaggio radiofonico, ancora una volta ha scelto la via della parola scritta. Giornalista pubblicista, attualmente è corrispondente per il Corriere dell’Umbria, redattore per OrvietoNews.it e web-content specialist per Akebia. Da sempre interessato ai linguaggi artistici, ha vinto il premio “Un poster per la pace” ed è tra i fondatori del Gruppo FAI Giovani della città dove vive. Vicepresidente dell’Associazione “Ex Alunni del Liceo Classico F.A. Gualterio” di Orvieto, per Intermedia Edizioni ha curato il volume “Don Sauro Carletti. Costruttore di comunità”, per il Panathlon Club “Orvieto. Giochi senza frontiere”. Suoi testi e racconti sono presenti sotto forma di contributi sparsi in diverse riviste. Lettore vorace, è appassionato di cinema e teatro. Viaggiatore, guarda con curiosità al mondo.
Da sola
Da sola
MP 5
Guglielmo Portarena
Nasce 58 anni fa a Sugano di Orvieto. Laureato in Pedagogia, fa le sue prime esperienze scrivendo i testi delle canzoni musicate dal fratello. A 25 anni nasce la passione per il teatro ed è interprete di tre commedie dialettali, durante le quali conosce la donna che diventerà sua moglie. L’amore per le buone letture (soprattutto per la letteratura mitteleuropea), la fortuna di vivere in un ambiente fortemente identitario, la passione per la ricerca d’archivio e l’assidua frequentazione di un gruppo di amici/lettori egualmente appassionati, lo spingono, ad un certo punto della sua vita, a cimentarsi con la narrativa. Nasce così una prima narrazione, Il pane dei fiordalisi, alla quale ha fatto seguito La lepre col cilindro, suo secondo romanzo. Nel frattempo a Sugano si costituisce una compagnia teatrale, la Compagnia delle Vigne, che lo contatta: è l’inizio di un fortunato sodalizio e di un successo inatteso (per quanto sperato) per l’Autore e la Compagnia e per le sue quattro commedie originali i cui allestimenti hanno via via meritato il plauso del pubblico e della critica.
Signor Generale
Signor Generale
MP 2
L’antiquario
L’antiquario
MP 0
Ivan Pozzoni
Ivan Pozzoni è nato a Monza nel 1976. Ha diffuso molti articoli dedicati a filosofi italiani dell’Ottocento e del Novecento, e diversi contributi su etica e teoria del diritto del mondo antico; collabora con numerose riviste italiane e internazionali. Tra 2007 e 2015 sono uscite varie sue raccolte di versi: Underground e Riserva Indiana, con A&B Editrice, Versi Introversi, Androgini, Mostri, Galata morente, Carmina non dant damen, Scarti di magazzino e Qui gli austriaci sono più severi dei Borboni con Limina Mentis, Lame da rasoi, con Joker, Il guastatore, con Cleup, Patroclo non deve morire, con deComporre Edizioni; tra 2009 e 2015 ha curato una trentina di antologie di versi. Tra 2008 e 2015 ha curato cinquanta volumi collettivi di materia storiografico filosofica e letteraria; tra il 2009 e il 2015 sono usciti i suoi: Il pragmatismo analitico italiano di Mario Calderoni (IF Press), L’ontologia civica di Eraclito d’Efeso (Limina Mentis), Grecità marginale e suggestioni etico/giuridiche: i Presocratici (IF Press), Libertà in frammenti. La svolta di Benedetto Croce in Etica e politica (deComporre) e Il pragmatismo analitico italiano di Giovanni Vailati (Limina Mentis). È con-direttore, insieme ad Ambra Simeone, de Il Guastatore – Quaderni «neon»-avanguardisti; è direttore de L’Arrivista; è direttore esecutivo della rivista internazionale Información Filosófica; è, o è stato, direttore delle collane Esprit (Limina Mentis), Nidaba (Gilgamesh Edizioni) e Fuzzy (deComporre Edizioni).
La doccia
La doccia
MP 7
Laura Ricci
Laureata in Lingue e letterature straniere, per molti anni insegnante di francese e inglese, scrittrice, giornalista, traduttrice, ha pubblicato vari libri di poesia e prosa. La sua prima raccolta di versi, dal titolo “Le quattro stagioni” (Rebellato, Venezia), risale al 1984; suoi testi poetici sono inseriti in varie antologie, tra cui “Leggere nuvole” (Loescher) e “Antologia dei poeti umbri contemporanei” (Il Formichiere, 2014). Con le edizioni LietoColle ha pubblicato le sillogi “Voce alla notte” (2006) e “La strega poeta” (2008). In prosa ha scritto la raccolta di racconti brevi “Insopprimibili vizi” (AM Edizioni Marotta, 2004) e “Dodecapoli” (LietoColle, 2010), dodici racconti con tavole fotografiche di Ambra Laurenzi. Con la pubblicazione “e Io sono una Rosa” (LietoColle, 2013) si è cimentata in un’originale traduzione di 18 grandi poeti/e che nei secoli hanno scritto della “rosa”. Per EXPO 2015, è stata inserita tra i trenta poeti italiani contemporanei del progetto poetico “Percorsi di-versi”, di cui è stata anche traduttrice. È presente, con alcuni testi poetici in lingua italiana con traduzione in lingua greca, nella pubblicazione “Pane e poesia – Ψωμι και ποιηση” (La Vita Felice 2015), che vede insieme poete cipriote e italiane. Il suo ultimo lavoro, realizzato in versione bilingue (italiano e inglese) è “In viaggio. Grani di Saudade - Travelling. Beads of Saudade “(La Vita Felice, ottobre 2015), un itinerario in versi di 168 poemetti accompagnato da 14 opere pittoriche dell’artista Salvatore Ravo.
Il paese di Conserva
Il paese di Conserva
MP 4
L’ape che scotta
L’ape che scotta
MP 1
Ambra Simeone
È nata a Gaeta il 28-12-1982 e attualmente vive a Monza. Laureata in Lettere Moderne, ha conseguito la specializzazione in Filologia Moderna con il linguista Giuseppe Antonelli e una tesi sul poeta Stefano Dal Bianco. Collabora con l’Associazione Culturale “deComporre”. La sua prima raccolta di poesie “Lingue Cattive” esce a gennaio del 2010 per i tipi della Giulio Perrone Editore di Roma. Del 2013 è la raccolta di racconti “Come John Fante... prima di addormentarmi” per la deComporre Edizioni. La sua ultima raccolta di quasi-poesie esce quest’anno per deComporre Edizioni con il titolo “Ho qualcosa da dirti – quasi poesie”. È co-curatore de “Il Gustatore – quaderni Neon-Avanguardisti” che hanno ospitato Aldo Nove, Giampiero Neri, Peppe Lanzetta, Giorgio Linguaglossa, Paolo Nori e molti altri. Alcuni suoi testi sono apparsi su riviste letterarie nazionali e internazionali tra le quali l’albanese Kuq e Zi, la belga Il caffè e l’americana Italian Poetry Review e su antologie; le ultime due per Lietocolle a cura di Giampiero Neri e per EditLet a cura di Giorgio Linguaglossa.
Credete davvero a quello che dicono i poeti?
Credete davvero a quello che dicono i poeti?
MP 3
Olimpia Tartaro
Nata a Napoli, attualmente vive e lavora nell’Italia centrale come bibliotecaria. Si è occupata di teatro di figura presso spazi per l’infanzia per il Comune di Napoli. Ha lavorato per numerosi anni presso la Sezione Didattica del Museo Archeologico Nazionale di Napoli realizzando sussidi didattici per agevolare, nei bambini, l’approccio all’archeologia. Ha partecipato a progetti su Silenzio, Attenzione e Percezione con il Gruppo Internazionale l’Avventura formato da allievi del regista polacco Jerzy Grotowski. Si è formata con Laura Mancini al suo metodo conseguendo l’attestato di Operatore di Laboratori di Espressione con il Colore. Ha seguito per sette anni gli insegnamenti sul Matriarcato portati in Italia da Diane Sea Dancer Battung, insegnante della Dolce Medicina della Danza del Sole. Poetessa dall’adolescenza ad oggi.
Il filo prezioso dei sogni
Il filo prezioso dei sogni
MP 2
Il mare è già qui
Il mare è già qui
MP 0